Attualmente sei su:

Aggiunta prodotti al carrello

Attendere prego...

Prodotti non aggiunti al carrello

Prodotti correttamente aggiunti al carrello

Continue Shopping Continue to Checkout

Updating one moment please...

De Graal Quest

Birrificio
De Graal
Nazione
Belgio
Stile
Abbey Tripel

Abbey Tripel

Di buon corpo ed intensamente aromatiche, con toni speziati e fruttati che si amalgamano con l’indole pulita e rotonda del malto, creando una “pozione” sorprendentemente beverina, nonostante l’alto tenore alcolico.

Colore
Dorato opalescente
Grado alcolico
9 %
Balloon Bicchiere consigliato
Balloon
PRODOTTO PREZZO iva inc. QUANTITÀ
De Graal Quest De Graal Quest 33cl
3,10 €
In arrivo
De Graal Quest De Graal Quest 33cl - Cartone da 24 bottiglie
69,60 €
a bottiglia € 2,90
In arrivo

Caratteristiche e degustazioni

Gusto prevalente Dolce   Tipo di fermentazione Alta fermentazione
Gradi Plato 18.6   Voto RateBeer 75 / 100
Voto Beer Advocate 74 / 100   Sottostile Belgian Strong Ale
Stile Abbey Tripel   Temperatura di servizio 7/9 °C
Formati disponibili Bottiglia 33cl
Posizionata tra una Belgian Strong Ale bionda ed una Tripel tradizionale, si presenta di un colore giallo pallido con una testa bianca soffice, abbastanza persistente. Profuma di frutta (banana e melone), lievito, agrumi (scorza d’arancia e di limone) e caramello; in background note floreali ed erbacee. Il gusto è dolce, caratterizzato da una saporosità di malti chiari, frutta, con un retrogusto finale di luppolo e spezie. Il birraio Wim Saeyens, con il suo dottorato in Scienze Farmaceutiche, ha messo a disposizione del settore della birra il proprio bagaglio di conoscenze scientifiche: la De Graal Quest è priva di zuccheri, adatta quindi ad un pubblico di diabetici.

Prodotti consigliati

Nazione
Belgio
Regione/città
Brakel
www
www.degraal.be

Storia Birrificio

Ultimo aggiornamento: Febbraio 2018

Questa giovane brouwerij, il cui nome ha un chiaro riferimento simbolico religioso, risiede a Brakel, un Comune belga situato nella Provincia fiamminga delle Fiandre Orientali. Nata nel 2002 in locali di un’ex segheria di marmo ed attrezzatura casearia di seconda mano, la produzione inizialmente è avvenuta esclusivamente durante il fine settimana ed è rimasta tale sino a novembre 2009. Il fondatore e mastro birraio si chiama Wim Saeyens, ha studiato chimica presso l'Università di Lovanio dopo di che ha conseguito un dottorato in scienze farmaceutiche.

Nonostante un passato da homebrewer, è stato il celeberrimo professore di biochimica, chimica ambientale e chimica analitica, Denis De Keukeleire a tramandargli l'amore per la birra e a consigliargli, per conoscere a fondo e perfezionare i processi di fabbricazione prima di aprire il birrificio, di frequentare la più antica scuola per birrai (Ghent University) sita nell’omonima città, capoluogo delle Fiandre Orientali.

L’azienda, nel cuore della bellissima regione che viene comunemente chiamata "Ardenne Fiamminghe", impiega procedimenti indiscutibilmente tradizionali e materie prime di qualità; nonostante una struttura certamente inferiore come capacità produttiva a confronto della maggior parte delle brewery belghe, per rimanere al passo con i tempi vista la crescente e costante domanda delle birre prodotte, destinate soprattutto all’esportazione verso Paesi come gli Stati Uniti, il Giappone, l'Italia e la Danimarca, Wim insieme alla moglie, hanno dovuto sostenere continui investimenti in tecnologie ed automatismi oltre ad aumentare le dimensioni dei serbatoi, le strutture di stoccaggio, i bollitori, la linea di imbottigliamento ed altre migliorie ecosostenibili.

Il processo produttivo elettronicamente controllato, garantisce l’assoluta attenzione delle temperature e dei tempi di ogni ciclo, in tal modo si consegue continuativamente un brassaggio regolare garantito. All'attività principale, l'erogazione di sette birre diverse ad alta fermentazione di matrice belga (Blanche, Blond, Dubbel e Tripel), ognuna con il proprio distinto carattere distribuite in formato 33 cl. e, solo per il mercato americano, in misura 75 cl, oltre a due distillati (una sorta di grappa alla birra), la brewery affianca la produzione di birre speciali su richiesta da parte di ristoranti, pub, ecc. a partire da almeno 500 litri o multipli a prezzi ritenuti convenienti (la birra viene prodotta seguendo la ricetta originale del cliente ed eventualmente viene ulteriormente elaborata e perfezionata in consultazione con il birrificio).