Attualmente sei su:

Aggiunta prodotti al carrello

Attendere prego...

Prodotti non aggiunti al carrello

Prodotti correttamente aggiunti al carrello

Continue Shopping Continue to Checkout

Updating one moment please...

La Vermontoise

Nazione
Belgio
Stile
Saison / Farmhouse Ale

Saison / Farmhouse Ale

Altamente carbonate, asciutte e con un’alcolicità media. I profumi fruttati dominano l’aroma e il palato, evocando sentori agrumati, speziati o floreali. Rinfrescanti, leggermente acidule, moderatamente amare e secche.

Colore
Dorato opalescente
Grado alcolico
6 %
Calice a tulipano Bicchiere consigliato
Calice a tulipano
PRODOTTO PREZZO iva inc. QUANTITÀ
La Vermontoise 75cl La Vermontoise 75cl

-15%

Prezzo Speciale: 6,21 €

Prezzo Pieno: 7,30 €

piu
meno
La Vermontoise 75cl La Vermontoise 75cl - Cartone da 12 bottiglie

-15%

Prezzo Speciale: 71,40 €

Prezzo Pieno: 84,00 €

a bottiglia € 5,95
piu
meno

Caratteristiche e degustazioni

Gusto prevalente Amaro   Tipo di fermentazione Alta fermentazione
Gradi Plato 12   Voto RateBeer 97 / 100
Voto Beer Advocate 89 / 100   Stile Saison / Farmhouse Ale
Temperatura di servizio 8/10°C   Formati disponibili Bottiglia 75cl
Questa birra nasce dalla ricetta leggermente modificata della Saison D' Epeautre alla quale viene aggiunto il luppolo Amarillo. Dal colore dorato opalescente al naso i profumi sono freschi di frutta ed agrumi con note speziate. Al palato tornano le note fruttate ed agrumate dell'aroma con sentori di crosta di pane. Beverina e rinfrescante, grazie anche ad una lieve acidità, il finale è amaro.

Prodotti consigliati

Recensioni Prodotti
Numero di recensioni ricevute : 1
Voto medio : 4 /5

Nazione
Belgio
Regione/città
Blaugies-Dour
www
www.brasseriedeblaugies.com

Storia Birrificio

Ultimo aggiornamento: Febbraio 2018

Questo piccolo birrificio a conduzione familiare si trova nel villaggio di Blaugies che fa parte del Comune di Dour: un luogo molto pittoresco a vocazione agricola, turistica ed artigianale, situato nella ProvinciaVallonadell'Hainaut a meno di un chilometro dal confine con la Francia. Nel 1987 una coppia di insegnanti di scuola, Marie-Noëlle Pourtois e suo marito Pierre-Alex Carlier, hanno ricominciato a dedicarsi all’arte brassicola nel loro piccolo borgo, seguitando le tradizioni di famiglia con l’unico e semplice proposito di “produrre le birre che a noi piace bere e se poi piacciono alla gente, meglio”.

Con un impianto di modeste dimensioni collocato nel garage di una tranquilla ed accogliente fattoria, hanno rispolverato e rivisitato le antiche ricette della nonna di Marie, avola di Antoine- Joseph Moneuse, famoso bandito che dopo un’innumerevole serie di furti, omicidi e cruente torture agli sventurati malcapitati, fu giustiziato nel Comune francese di Douai nel 1798. Marie-Noëlle, il mastro birraio, realizza la prima birra il 24 marzo del 1988, impiegando lievito acquistato dalla Brasserie Dupont con la collaborazione dell’ex mastro birraio, ormai in pensione, Marc Rosier e da Emile Cavenaile della scomparsa Brasserie Cavenaile, valutati due tra i più valenti birrai della zona. In seguito l’azienda utilizzerà per tutte le sue produzioni un ceppo di lievito di proprietà, accuratamente selezionato.

Per quattro anni, il lavaggio, l'imbottigliamento, la chiusura delle bottiglie e l'etichettatura delle stesse venivano fatte a mano; nel 1992 viene installata una linea di imbottigliamento industriale che servirà ad agevolare il confezionamento della voluta ristretta gamma di prodotti, realizzati impiegando metodi assolutamente artigianali e curando ogni minimo dettaglio.

Le ricette di questa manciata di birre, appartenenti principalmente allo stile Saison, traggono origini dalle secolari tradizioni brassicole di queste aree e fanno della rusticità il loro punto di forza. De Blaugies ha raccolto elogi locali ed internazionali e le sue birre sono citate frequentemente dallo scrittore inglese Michael Jackson nel suo libro “The Great Beers of Belgium”.

I figli dei proprietari scelsero i propri studi in base al lavoro richiesto all’interno dell’azienda: il figlio maggiore Kevin, laureato in biotecnologie, ha seguito le orme della madre ed oggi sovraintende il birrificio di famiglia assieme alla moglie Bérangère Deschamps e al suocero Claude Deschamps. Il figlio più giovane, Cédric, con la moglie Stephanie Juste, entrambi diplomati alla scuola alberghiera, sono a capo del caratteristico ristorante “Le Fourquet”, proprio di fronte alla Brasserie, che propone specialità del territorio. La prossima generazione è assicurata dalle due figlie di Kévin e Bérangère, Manon e Ninon, nonché dai due figli di Cédric e Stéphanie, Ethan e Mathys.