Attualmente sei su:

Aggiunta prodotti al carrello

Attendere prego...

Prodotti non aggiunti al carrello

Prodotti correttamente aggiunti al carrello

Continue Shopping Continue to Checkout

Updating one moment please...

Doppelbock A

Birrificio
Birra Amarcord
Nazione
Italia
Stile
Doppelbock

Doppelbock

Dense, corpose, forti e dal deciso sentore e sapore di malto con note tostate o di caramello. Le versioni scure hanno gusti di malto più intensi mentre quelle chiare sono più luppolate e secche.

Colore
Rosso mogano intenso
Grado alcolico
8.5 %
Calice Bicchiere consigliato
Calice
PRODOTTO PREZZO iva inc. QUANTITÀ
Amarcord Doppelbock A 75cl Doppelbock A 75cl
29,90 €
piu
meno
Amarcord Doppelbock A 75cl Doppelbock A 75cl - Cartone da 6 bottiglie
171,00 €
a bottiglia € 28,50
In arrivo

Caratteristiche e degustazioni

Gusto prevalente Dolce   Tipo di fermentazione Bassa fermentazione
Gradi Plato 20   Sottostile Barley Wine
Stile Doppelbock   Temperatura di servizio 14°C
Formati disponibili Bottiglia 75cl
Schiuma rosa pallido, mediamente persistente.
Birra di colore rosso mogano intenso, dai bei riflessi rosso ramato.
Al naso intense e suadenti note di frutta caramellata, ciliegie e mirtilli sotto spirito, uva passa, una stuzzicante nota acida precede il gusto; note legnose incorniciano il profilo fruttato, accompagnate da una leggera speziatura derivante dal lievito impiegato in fermentazione. A seguire ancora frutti di bosco maturi, vinacce di uva rossa legno tostato, Cherry e profumi vinosi.
Il corpo è pieno e sostenuto, l'effervescenza delicata e fine.
Al palato si intuisce immediatamente la complessità derivata dall'affinamento in legno di rovere, con leggeri, ma pur presenti, gusti acidi ed amari che rendono la birra "A" particolarmente pulita e fresca. Molto equilibrata con le note olfattive, vi si ritrova infatti una pregevole nota legnosa e di frutta sotto spirito.
Il retrolfatto gode delle note di Cherry, vinacce e frutta caramellata, che finiscono in una discreta e fresca acidità ed una secchezza fragrante e pulita.

La "A" è una birra complessa, di ottima struttura, intensa; e allo stesso tempo dotata di grande gusto e facilità di beva. Una birra che, come significativamente vuol dire Amarcord, si fa ricordare.

La Doppelbock A nasce come una birra rispettosa, negli ingredienti, della tradizione di purezza bavarese. Una miscela di malti opportunamente calibrata, luppoli tedeschi sia per l'amaro sia per l'aroma con un aggiunta di luppoli in dry-hopping che giunge dopo le prime quattro settimane di maturazione.
Al termine di questa fase la birra è collocata in botti di rovere francese per la fondamentale fase di affinamento, una fase nella quale la birra evolve in nuove e più complesse sfumature sensoriali sia grazie alla micro-ossigenazione che la porosità naturale del legno garantisce, sia alla presenza e al ruolo di particolari lieviti, come i Brettanomyces, presenti nella botte stessa.
Nel corso di questo delicato processo, supervisionato dai birrai di Amarcord e da Davide Bigucci, numerosi sono gli assaggi al fine di poter decidere il momento ideale per interrompere il contatto della birra con il legno. Giunto il momento atteso, la birra passa ancora in un tank di maturazione e infine in bottiglia per l'ultima rifermentazione che dura tre settimane.
Per l'immissione in commercio comunque, si deve ancora pazientare altri mesi per dare la possibilità a questa birra straordinaria, da 8,5% vol e dallo splendido colore rosso mogano intenso, di giungere al suo apice aromatico e gustativo. Solo allora la Doppelbock A sarà ritenuta idonea per raggiungere la vostra tavola.

All'assaggio gli aromi della birra ricordano la frutta caramellata, uva passa, ciliegie e mirtilli sotto spirito, leggera speziatura derivante dal particolare ceppo di lievito utilizzato, e ancora note di frutti di bosco maturi e sentori di legno tostato e vinacce di uva rossa. Il gusto evidenzia un importante spessore derivante dall'affinamento in legno di rovere, con una leggera ma pur presente acidità e un leggero ma evidente amaro che rende la birra particolarmente pulita.

Prodotti consigliati

Nazione
Italia
Regione/città
Emilia Romagna / Rimini
www
www.birraamarcord.it

Storia Birrificio

Ultimo aggiornamento: Aprile 2013

Siamo agli albori della Storia delle birra in Italia.
Attorno a un tavolo di una birreria di Rimini si trovano un gruppo di amici, da sempre robusti bevitori di birra ma anche buoni esperti della maltata bevanda. No, non volevano cambiare il mondo come gli amici della canzone di Gino Paoli.
Sull’onda dei primi entusiasmi suscitati dai micro birrifici italiani volevano semplicemente cominciare a produrre birra anche loro. Non una birra qualunque, ma una serie di birre che richiamassero i caratteri della loro terra, la Romagna.

E chi più di Fellini, il mitico regista riminese, poteva ispirarli?
E quale altro film poteva essere preso come modello se non il celeberrimo "Amarcord"?

Il titolo di questa pluripremiata pellicola, che in dialetto romagnolo significa ‘mi ricordo’, diventa dunque il leit-motiv di tali birre artigianali, le cui caratteristiche rappresentano vari personaggi del film, tutti femminili.
In fin dei conti il Grande Maestro Federico era un virilissimo tombeur des femmes, per cui non si poteva essere tacciati di maschilismo se si dedicavano le birre ad altrettante protagoniste del film. E così è stato.

Dopo inizi esaltanti ma avventurosi, ecco che nel 2002 un rinomato Mastro birraio, dopo aver maturato significative esperienze in birrerie italiane e tedesche, rileva il marchio ‘Amarcord’ da questa birreria di Rimini e apre i battenti nella Repubblica di San Marino, dotando l’unità produttiva di tecnologie brassicole all’avanguardia.
L’idea è di essere in pole position tra i produttori italiani di birra e di distribuire i prodotti di Amarcord fra i locali birrari specializzati, basandosi su un’accurata selezione di malti d’orzo e di tipi di luppolo nonché naturalmente dei lieviti. Il successo non può mancare anche perché il mercato delle birre si fa ogni anno di più ampio e i suoi adepti aumentano in numero e in consumi.

Ogni successo è sempre benvenuto, ma quando cresce a dismisura risulta un problema gestirlo. Ed ecco che per potenziare la produzione delle birre Amarcord bisogna trasferirsi dove ci sia più spazio. La scelta cade su di un terreno di Apecchio, un comune marchigiano in provincia di Pesaro-Urbino, dotato di un’acqua pura e ideale per la produzione della birra.
Una volta trovata la fonte d’acqua giusta per una produzione birraria di qualità, va da sé che gli altri ingredienti rimangano al top qualitativo, per cui oggi ad Apecchio viene brassata una gamma di birre adatte non solo per il mercato in generale ma anche per il consumatore più sofisticato, smaliziato e giustamente esigente.