Attualmente sei su:

Aggiunta prodotti al carrello

Attendere prego...

Prodotti non aggiunti al carrello

Prodotti correttamente aggiunti al carrello

Continue Shopping Continue to Checkout

Updating one moment please...

Hop Invaders

Birrificio
Renton
Nazione
Italia
Stile
Imperial / Double IPA

Imperial / Double IPA

Alcoliche e con una luppolatura intensa che conferisce toni agrumati, resinosi, erbacei, floreali e di frutta. Corpo robusto ma in equilibrio tra la dolcezza dei malti e l’amaro dei luppoli. Pulite, secche, da sorseggiare lentamente.

Colore
Oro carico
Grado alcolico
7.6 %
Pinta Bicchiere consigliato
Pinta
Tipo di fusto
KeyKeg
Tipo di attacco fusto
KeyKeg
FORMATI
Non ci sono opzioni per questo prodotto.
Seleziona la quantità e

Caratteristiche e degustazioni

Gusto prevalente Amaro   Tipo di fermentazione Alta fermentazione
Gradi Plato 17   Stile Imperial / Double IPA
Temperatura di servizio 6/8°C   Formati disponibili Fusto 30lt
Potente Double IPA dominata da un abbondante utilizzo di luppoli Americani Chinook, Centennial e Mosaic utilizzati in diverse fasi produttive. Dal colore oro carico corposa nei sentori, Il corpo caldo e robusto è ben bilanciato dal potente profilo aromatico complesso e avvolgente. Piena ed energica ma col la classica beva che distingue ogni birra di Renton.
Abbinamenti consigliati

Carni bianche

Piatti piccanti

Piatti speziati

Pizza

Verdure

Nazione
Italia
Regione/città
Fano (PU)
www
www.birrificiorenton.it

Storia Birrificio

Ultimo aggiornamento: Marzo 2018

Renton nasce a Pergola (PU) nel 2007 e con il suo impianto da un ettolitro è stato, per anni, uno dei micro birrifici più piccoli d’Italia. L’idea è sempre stata quella di voler fare birra che loro in primis avrebbero voluto bere; un’idea che li ha guidati nel tempo spingendoli ad affinare le tecniche produttive, selezionare con cura le materie prime impiegate, mettere a punto ricette originali o appartenenti ad uno stile specifico, personalizzandolo o interpretandolo liberamente, come è stato ad esempio come la Lola, un’Italian Saison nata nel 2008, personalizzata con aggiunta di salvia fresca.

Nel 2014 i tre soci Andrea, Elia e Giannandrea, decidono di spostare ed ampliare l’impianto di produzione e trovare per Renton una nuova “casa”, è così che il birrificio si sposta a Fano, in un’area fino ad allora dismessa, una vecchia officina meccanica a ridosso delle millenarie mura romane fanesi. Si passa da un impianto da un ettolitro a 240 mq di laboratorio che ospita un impianto da 16 ettolitri, un bel cambiamento per Renton.
Renton ha inoltre un mercato molto forte per la ristorazione, grazie anche alla costanza e qualità delle loro birre che, oltre ad avere una loro precisa identità, hanno al tempo stesso dalla beva molto alta.

Come affermano loro stessi, RentOn è molto più che un birrificio, è stato pensato infatti come un luogo dove accogliere e diffondere filosofia e metodi di lavoro, uno spazio che riunisce la realtà produttiva a un locale in cui bere, in compagnia, un prodotto di qualità.
Un vetro separa il birrificio dal locale, e viceversa. Dal locale è possibile vedere la produzione. E viceversa. Le due realtà si uniscono, la produzione ed il prodotto finale curati di giorno, vengono affiancati la sera a deliziosi piatti e un’atmosfera conviviale, rilassata.
Birra, artigianalità, buona cucina, musica e divertimento si mescolano in un connubio originale, in ben 430mq di locale con cucina a km 0 – di cui ben 300 di outdoor.

Uno dei punti forti di “Casa Renton” è la sua posizione strategica: accanto al mare, perfetto per le estati fanesi. A due passi dal centro storico per gli inverni cittadini. È insomma un luogo accogliente da frequentare tutto l’anno, dove sentirsi a proprio agio, del buon bere e del buon mangiare. Hamburger, crostini, pesce fritti, focacce, piatti veg, carni a lunga cottura come le Ribs… e tutte le birre di Renton.


Premi

La Yellow Summer Ale ha vinto il primo premio nella categoria Cat. 22 (Spezie, caffè e cereali, alta e bassa fermentazione) di Birra dell’Anno 2017.
La New Order è stata premiata nella sezione “Grandi Birre” Slow Food Edizione 2017.


Collaborazioni

Proficue collaborazioni con birrifici italiani e internazionali come MC77 e Guineu.