Attualmente sei su:

Aggiunta prodotti al carrello

Attendere prego...

Prodotti non aggiunti al carrello

Prodotti correttamente aggiunti al carrello

Continue Shopping Continue to Checkout

Updating one moment please...

Troubadour Magma

Birrificio
The Musketeers
Nazione
Belgio
Stile
Imperial / Double IPA

Imperial / Double IPA

Alcoliche e con una luppolatura intensa che conferisce toni agrumati, resinosi, erbacei, floreali e di frutta. Corpo robusto ma in equilibrio tra la dolcezza dei malti e l’amaro dei luppoli. Pulite, secche, da sorseggiare lentamente.

Colore
Ambrato
Grado alcolico
9 %
Pinta Bicchiere consigliato
Pinta
Tipo di fusto
KeyKeg
Tipo di attacco fusto
KeyKeg
PRODOTTO PREZZO iva inc. QUANTITÀ
Non ci sono opzioni per questo prodotto.

Caratteristiche e degustazioni

Gusto prevalente Amaro   Tipo di fermentazione Alta fermentazione
Gradi Plato 20   Voto RateBeer 97 / 100
Voto Beer Advocate 87 / 100   EBC 40
Stile Imperial / Double IPA   IBU 50
Temperatura di servizio 8/10°C   Formati disponibili Fusto 30lt

Birra dal colore ambrato ramato acceso, si presenta con una schiuma color ocra, fine, compatta e cremosa. Possiede un elevato grado alcolico ben nascosto.
Al naso si hanno lievi sentori fruttati di albicocca, mandarino, ma soprattutto profumi floreali e note citriche dovuti all’utilizzo di luppoli americani e cechi.
In bocca si rivela molto gassata ma solo al primo impatto, non appena questa sensazione svanisce, i malti prendono il sopravvento seguiti da note di frutta (pesca)  e una leggera speziatura donata dai lieviti con delicate note pepate. Sul finale si rivela amara con un lungo ma ottimo retrogusto erbaceo. 
Il corpo è pieno e il forte grado alcolico è piacevolmente mascherato.
Birra molto intensa ma inaspettatamente fresca e piacevole.


ABBINAMENTI CONSIGLIATI:
Consumarla con piatti affumicati o formaggi particolarmente cremosi.

Nazione
Belgio
Regione/città
Ursel
www
www.themusketeers.be

Storia Birrificio

Ultimo aggiornamento: Gennaio 2018

Questa beer firm è stata fondata nel 2000 grazie alla collaborazione fra quattro giovani ingegneri colleghi di studi poiché tutti laureatisi al famosissimo collegio universitario “KAHO Sint-Lieven” sito nella Città di Gent, capoluogo delle Fiandre Orientali. Stefaan Soetemans, Kristof De Roo, Rikkert Maertens e Sven Buys, appena terminati gli studi, compiono i primi e del tutto casalinghi “esperimenti” ed errori, impiegando un piccolo impianto pilota in un garage nel Comune di Ursel che, durante la Seconda Guerra Mondiale, ospitò un importantissimo aeroporto militare. Presto si resero conto che trovare lavoro come Brew-Master nel mondo della birra belga non era cosa semplice poiché, segreti e tradizioni, sono gelosamente custoditi all’interno di ogni famiglia birraia o birrificio. Per nulla intimoriti dagli sforzi necessari, decisi a realizzare il proprio sogno e animati dallo stesso spirito dei moschettieri francesi del XVIII secolo, i quattro amici investirono tutte le proprie risorse per dare origine al progetto chiamato: “The Musketeers”.

Dopo aver recuperato le necessarie attrezzature, affinata la tecnica e sistemate le ricette, finalmente realizzarono una Golden Ale dal carattere abbastanza robusto che subito incontrò il favore dei consumatori. Rimaneva solo un piccolo dettaglio: come chiamarla? Dopo varie mozioni tutti furono d’accordo sul nome “Troubadour” che, in seguito, identificherà tutta la linea brassicola prodotta interamente utilizzando gli impianti della De Proef Brouwerij a Lochristi- Hijfte.

Il termine “Troubadour” è un chiaro riferimento ai trovatori/cantastorie/menestrelli medioevali, giovani uomini che girovagavano di villaggio in villaggio, di corte in città, portando con sé gioia, musica, tradizioni, poesia, vicende e le leggende di altri luoghi. I quattro amici ritennero che la propria birra potesse portare la stessa gioia e divertimento, compiacendo la gente con una piacevole bevuta tradizionale.

Le decina di birre prodotte nel corso degli anni, di matrice belga ma con contaminazioni americane ed inglesi, hanno ricevuto importanti riconoscimenti a concorsi nazionali ed internazionali, ad esempio al “Zythos Bier Festival”, “Brussels Beer Challenge” e al “World Beer Cup”.

Il 2 settembre 2017, appare sul sito della beer firm la notizia che finalmente comincerà la costruzione di un proprio birrificio, altamente tecnologico ed eco-sostenibile, con annessi gli uffici di The Musketeers, situato nel Comune di Sint-Gillis-Waas. I “moschettieri” possederanno finalmente una casa propria. La nuova brewery sorgerà all’interno di caratteristici edifici che in precedenza accoglievano un vecchio forno di mattoni abbandonato per anni. Diventerà un'attrazione turistica; le persone potranno visitare il birrificio, assaggiare le birre ed anche deliziosi piatti regionali. Tutto dovrebbe essere pronto entro il 2018.