Attualmente sei su:

Aggiunta prodotti al carrello

Attendere prego...

Prodotti non aggiunti al carrello

Prodotti correttamente aggiunti al carrello

Continue Shopping Continue to Checkout

Updating one moment please...

Triple Karmeliet

Birrificio
Bosteels
Nazione
Belgio
Stile
Abbey Tripel

Abbey Tripel

Di buon corpo ed intensamente aromatiche, con toni speziati e fruttati che si amalgamano con l’indole pulita e rotonda del malto, creando una “pozione” sorprendentemente beverina, nonostante l’alto tenore alcolico.

Colore
Dorato opalescente
Grado alcolico
8.4 %
Balloon Bicchiere consigliato
Balloon
PRODOTTO PREZZO iva inc. QUANTITÀ
Triple Karmeliet 33cl Triple Karmeliet 33cl
3,20 €
piu
meno
Triple Karmeliet 33cl Triple Karmeliet 33cl - Cartone da 24 bottiglie
72,00 €
a bottiglia € 3,00
piu
meno
Triple Karmeliet 75cl Triple Karmeliet 75cl
8,50 €
piu
meno
Triple Karmeliet 75cl Triple Karmeliet 75cl - Cartone da 12 bottiglie
98,40 €
a bottiglia € 8,20
piu
meno
Triple Karmeliet Magnum 1.5Lt Triple Karmeliet Magnum 1.5Lt
24,90 €
In arrivo
Triple Karmeliet Magnum 1.5Lt Triple Karmeliet Magnum 1.5Lt - Cartone da 3 bottiglie
72,60 €
a bottiglia € 24,20
In arrivo

Caratteristiche e degustazioni

Gusto prevalente Dolce   Tipo di fermentazione Alta fermentazione
Gradi Plato 19,8   Voto RateBeer 99 / 100
Voto Beer Advocate 95 / 100   Stile Abbey Tripel
IBU 16   Temperatura di servizio 8/10°C
Formati disponibili Bottiglia 33cl, Bottiglia 75cl, Magnum 1.5lt

Birra al 100% naturale prodotta con frumento, avena ed orzo.
Viene brassata con tecniche moderne seguendo però una ricetta dei monaci Carmelitani di Dendermonde che risale al 1679.


Di colore dorato opalescente, forma un generoso cappello di schiuma bianca fine, cremosa e molto persistente.
Al naso emerge in maniera predominante un aroma intensamente maltato ed un bel bouquet con sentori fruttati (banana, pesca, albicocca, melone e mela rossa), agrumati (scorza d’arancia), erbe aromatiche, spezie (pepe bianco, zenzero, chiodi di garofano e coriandolo) e vaniglia.
Corpo medio, carbonatazione piuttosto elevata.
Dolce in bocca, con malto, miele e frutta (soprattutto banana) in evidenza, riesce comunque ad essere molto secca regalando un gradevole finale abboccato dove emerge una leggera nota di malto tostato ed una finitura aspra tipo banana e pesca acerba.

Abbinamenti consigliati

Arrosti

BBQ e affumicati

Carni rosse

Formaggi

Frutti di Mare

Pesce

Pizza

Selvaggina

Prodotti consigliati

Recensioni Prodotti
Numero di recensioni ricevute : 9
Voto medio : 4.8 /5
F. Luigi primo mario
  il 04/04/2018
5/ 5
ben nota birra. veramente gu stosa
P. Paolo
  il 04/02/2018
5/ 5
Un ottima birra
O. Gian Battista
  il 07/11/2017
5/ 5
Ottima
O. Gian Battista
  il 07/11/2017
5/ 5
ottima
G. Davide
  il 26/06/2017
4/ 5
buona
F. PIERPAOLO
  il 04/05/2017
5/ 5
Ottima corposa e fruttata
F. PIERPAOLO
  il 04/05/2017
5/ 5
A chi piace la birra corposa e fruttata
B. Dario
  il 20/04/2017
5/ 5
Birra fantastica con un rapporto qualità prezzo eccezionale
S. Mattia
  il 05/02/2017
4/ 5
Buona

Nazione
Belgio
Regione/città
Buggenhout
www
bestbelgianspecialbeers.be

Storia Birrificio

Ultimo aggiornamento: Gennaio 2018

La Brouwerij si trova nel Comune belga di Buggenhout, situato nella Provincia fiamminga delle Fiandre Orientali dove un tempo, ogni piccolo villaggio, possedeva una fabbrica di birra. Con una grande passione per la qualità e per il rispetto delle tradizioni, l’azienda è nelle mani dell’omonima famiglia, giunta alla settima generazione, da oltre duecento anni, da quando Evarist Bosteels fondò il birrificio nel 1791. Le strutture abitative dei proprietari ed i loro interni “trasudano” grandezza e magnificenza e furono progettate dall’architetto Luis Minard, noto per aver costruito il “Minard Theatre” di Gand nel 1859. Ad Evarist successe Josef, il quale aveva tre figli: Frans, che per tredici anni fu anche sindaco di Buggenhout, Martin e Lodewijk: quest’ultimo fu l’unico a non dedicarsi all’arte birraria.

Lean Bosteels, il figlio di Martin, s’incaricò di sovraintendere all’azienda per poi passarla, nel 1938, al figlio Antoine. Costui, nonno degli attuali amministratori fu anch’esso nominato sindaco per ben due volte e durante i cinquanta anni della sua gestione, insieme alla moglie Adrie van Eecke, rilanciò la birreria rendendola una delle più famose delle Fiandre, realizzando la famosa Prosit Pils, oggi non più in produzione, che ottenne un discreto successo e che raggiunse le città di Anversa, Gent e Bruxelles. Il birrificio è membro della “Belgian Family Brewers”, un'associazione senza scopo di lucro che comprende una ventina di birrifici belgi a conduzione familiare che producono birra ininterrottamente da almeno 50 anni. Questa confederazione rappresenta un livello senza precedenti di autenticità e artigianalità!

Bosteels realizza solo tre birre che ha sviluppato alla perfezione piuttosto che produrre un'ampia gamma di fermentati mediocri, impiegando acqua proveniente da un pozzo profondo 60 metri ed adoperando un lievito specifico per ognuna di esse. Di matrice belga e commercializzate in diversi paesi europei e non solo, tra cui anche l’Italia, hanno ricevuto nel corso degli anni numerosissimi riconoscimenti internazionali a concorsi del calibro del “World Beer Cup USA”, “World Beer Award London”, “European Beer Star Germany”, etc.

"Abbiamo una crescita costante e prestiamo particolare attenzione all’ospitalità" sottolinea Antoine Bosteels e ribadisce: “L’azienda impiega una trentina di persone ed è una società finanziariamente sana, negli ultimi quattro anni abbiamo investito oltre dieci milioni di euro in attrezzature. La nostra sfida principale consiste nel mantenere la qualità dei nostri prodotti ed è per questo motivo che amiamo la nostra selezione di birre volutamente limitate”. Nel settembre del 2016 Ivo e il figlio Antoine (settima generazione), decidono di cedere la proprietà dei marchi al colosso AB-InBev (l’operazione sarebbe costata oltre 200 milioni di Euro); Antoine in virtù della manovra ha dichiarato. “Rimaniamo impegnati nella nostra individualità per produrre birre di qualità ma abbiamo bisogno di un partner forte con le radici nel Belgio, che offra ulteriori opportunità per la distribuzione e il marketing”.

Con una produzione di 145.000 ettolitri nel 2015, di cui il 55% destinato all'esportazione, la Brewery Bosteels è una delle prime dieci birrerie belghe. I portavoce della multinazionale asseriscono che “si tratta di un’acquisizione ma non di una integrazione” ed hanno assicurato che il birrificio rimarrà indipendente e la famiglia Bosteels continuerà a gestire la produzione con la stessa grande passione per la qualità e per il rispetto delle tradizioni dei loro antenati.