1411 Etichette - Spedizione gratuita con 100 euro di spesa
etichette sul sito 1411 etichette presenti sul sito
schede dettagliate schede con dettagli e specifiche
spedizione spedizione gratuita con 100 euro di spesa
Assistenza telefonica 0541 603811 Blog
CARRELLO [0] | CASSA | Tot. prodotti € 0,00

Non ci sono articoli nel tuo carrello.

Attualmente sei su:

Aggiunta prodotti al carrello

Attendere prego...

Prodotti non aggiunti al carrello

Prodotti correttamente aggiunti al carrello

Continue Shopping Continue to Checkout

Updating one moment please...

Swipe to the left

Le novità del 2019 presentate al Beer Attraction

Le novità del 2019 presentate al Beer Attraction
By Silvia Canini 16 febbraio 2019

È iniziata oggi la 5^ edizione di "Beer Attraction, la fiera internazionale delle specialità birrarie, birre artigianali e food per l'horeca" alla fiera di Rimini, fino a Martedì 19 Febbraio. Ecco le novità fresche fresche di alcuni dei birrifici presenti alla manifestazione.


MISTER B

Mister B è un Signor birrificio (mantovano) che punta su innovazione, qualità e dedizione, con ingredienti ricercati. Il risultato finale sono birre dal grande carattere senza dimenticare un pizzico di ironia, perché poi la birra deve far sorridere.
La gamma di base di Mister B è prodotta esclusivamente in lattine da 33 cl, rappresentando l'impegno del birrificio per la coerenza e l'eccellenza.
Sono quindi sempre in lattina, le novità che Mister B porta quest’anno in Fiera.

Boh 4
Una birra in stile Doppelbock, in collaborazione con il birrificio Manerba. In pieno stile, ma una delle prime doppelbock in lattina.

Bubba
Una double neipa ddh con ben 20gr/lt di luppolo Galaxy, Mosaic e Citra. Una birra di serie, che ogni volta scoprirà nuovi luppoli.


BIRRIFICIO LAMBRATE

ll birrificio Lambrate nasce nel 1996. La ricerca, cura e scelta della materia prima sono infatti al primo posto. Per loro ogni birra è unica, con il proprio gusto e la propria personalità, in grado di offrire un’esperienza degustativa sempre gradevole e mai eccessiva.
Novità in lattina, quest’anno per Lambrate e una strepitosa collaborazione.

American Magut, formato lattina. Una West Coast Pilsner davvero favolosa.

Fà Balà L'Oeucc! in formato lattina, una Double dry-hopped American IPA da assaggiare senza se e senza ma.



BIRRA DELL’EREMO

Birra dell’Eremo nasce ad Assisi, dall’energia di Enrico Ciani e Geltrude Salvatori Franchi e dagli scorci di un paesaggio immerso nella natura e i suoi profumi, dalle tecniche e ricette gelosamente custodite fra le spesse mura dei monasteri, le loro birre si dividono tra ricette antiche e tecniche all’avanguardia.

A distanza di due anni dall’uscita nel mercato delle 3 birre del progetto non conventional yeast, Eremo quest’anno ha deciso di rompere ulteriormente gli schemi con la nuova NON-CONVENTIONAL YEAST SERIES, una linea che propone birre dalla alta bevibilità, caratterizzate dall’uso di lieviti non convenzionali per la fermentazione primaria.

Dume - non-conventional blood orange wheat ale
l lievito Torulaspora delbrueckii ha evidenziato una buona attenuazione, una produzione di schiuma eccellente e una esterificazione molto buona che vira verso note di frutta matura e floreali molto fini. Si è deciso di produrre con esso una birra di frumento con l’aggiunta di succo di arancia rossa italiana (più di 100 g/L) per dare carattere e unicità al prodotto.

Talia - non-conventional saison
Prodotta con il Wickerhamomyces anomalus, lievito che si è contraddistinto nel corso del primo progetto per un’ottima attenuazione e note aromatiche da esterificazione tipiche delle saison classiche, come il pepe ed un sentore di limone molto intenso e pronunciato. Ne è nata una Saison, impreziosita dall’aggiunta non invasiva di camomilla e zest di limone.

Madue - non-conventional passion fruit sour ale
È la prima nata, brassata con Kluyveromyces thermotolerans. Questo lievito ha la caratteristica di produrre acido lattico durante la fermentazione primaria. Si è creata così una sour ale senza utilizzo di batteri lattici o altri microrganismi che possono “inquinare” l’impianto produttivo, creando un’acidità elegante e fine. A questa è stata aggiunto il passion fruit in polpa, per enfatizzare l’acidità e creare una birra di carattere.

Li trovate qui: Hall C3, Stand 069


BIRRIFICIO 61CENTO

Il Birrificio 61cento è il primo birrificio artigianale di Pesaro ed è il sogno di Roberto, Samuele, Tommaso e Christian, che è diventato realtà. Ad oggi il birrificio pesarese produce 9 tipologie di birra. “Cerchiamo una sfida in ogni birra che creiamo. Ci diverte stupire rendendo unici gli stili di birra comuni e donando grande bevibilità a scure più difficili”, raccontano Roberto, Samuele, Tommaso e Christian. Birre non filtrate, non pastorizzate, senza conservanti, rifermentate in bottiglia con i loro lieviti ancora vitali, ma produce anche birre ad alta fermentazione e a bassa fermentazione.

Ecco la grande novità di 61Cento: la Kafka 61Cento!

La Kafka è nata durante l’estate scorsa, ed è stata la loro prima Gose, ovvero la prima birra protagonista della loro linea sperimentale.
Com’è la Kafka? È salata, acidula, speziata, come lo stile prevede. Ma al coriandolo hanno aggiunto zenzero e limone, e di conseguenza risulta ancora più fresca, beverina, piccante e minerale.
“Avevamo in mente di creare una birra perfetta per l’estate, capace di dissetare efficacemente ma non banale, in grado di stimolare la curiosità e le papille gustative degli appassionati”.

Se non l’avete già assaggiata, i ragazzi vi aspettano qui: Hall C3 STAND53.


BIRRA FLEA

Il Birrificio nasce a Gualdo Tadino (PG) nel Giugno 2013 da un’idea dell’appassionato birrofilo Matteo Minelli e dalla moglie Maria Cristina. Fa parte dell’Azienda Agricola di famiglia, e si affida al birraio Rolando Della Sera, laureato in Agraria con dottorato in biotecnologie alimentari. La filosofia aziendale si basa su un’attenta ricerca della qualità perseguita dedicando grande attenzione alla scelta delle materie prime e a tutte le fasi di lavorazione.
Una nuova birra per Birra Flea!

Anais, Smoked Beer
Birra Flea lancia sul mercato la sua nuova tipologia di birra Anais, una smoked ambrata puro malto al 100% d’orzo, con un profilo aromatico e importante caratterizzata da raffinate note affumicate ed un gusto intenso tendente al secco, leggermente amaro.
“Vengono in mente fragranze inebrianti e profumi d’Oriente, pendenti d’oro, grani d’argento e nastri di porpora, esotiche essenze di mirra e d’incenso, frutti di cedro e piante di mandragola, al solo pronunciare il nome Anais.”

Vi aspettano al Pad C3 stand 135 per degustarla!


BIRRIFICIO DEI CASTELLI

Il Birrificio dei Castelli nasce in una frazione del Comune di Arcevia (AN), uno dei municipi più vasti delle Marche, sulle cui colline sorgono nove splendidi castelli Medioevali. Giovanni Petroni e Roberto Coppa, portano avanti dal 2012 il loro sogno, un birrificio che è anche un laboratorio “in continua evoluzione”, che ha come obiettivo la ricerca di un prodotto raffinato, genuino, unico e realizzato nel rispetto della tradizione, adoperando, dove possibile, materie prime del territorio.

Durante il Beer Attraction presentano una nuova birra, la Effecto Placebo, una session IPA da 3,8%.
Questa birra ci ha già conquistati e sarà inoltre una compagna favolosa questa estate, pazzamente beverina e luppolata con intense note di frutta esotica.
Formati: fusto (24LT) e bottiglia (33cl).

Assaggiatela presso il loro stand: Pad C3, Stand 46!


RENTON

Il birrificio Renton nasce a Pergola (PU) nel 2007 e con il suo impianto da un ettolitro è stato, per anni, uno dei micro birrifici più piccoli d’Italia. L’idea è sempre stata quella di voler fare birra che loro in primis avrebbero voluto bere; un’idea che li ha guidati nel tempo spingendoli ad affinare le tecniche produttive, selezionare con cura le materie prime impiegate, mettere a punto ricette originali o appartenenti ad uno stile specifico, personalizzandolo o interpretandolo liberamente.

Nel 2014 i tre soci Andrea, Elia e Giannandrea, decidono di spostare ed ampliare l’impianto di produzione e trovare per Renton una nuova “casa”, è così che il birrificio si sposta a Fano. Si passa da un impianto da un ettolitro a 240 mq di laboratorio che ospita un impianto da 16 ettolitri.

Ed eccoli al Beer Attraction per presentare ben due novità:

Nuova birra: una NEIPA da 6,5% prodotta con i luppoli Galaxy, Mosaic e Citra. Solo in fusto.
La seconda novità, l’iconica Jimmy Pale da oggi disponibile anche in lattina!

Li trovate allo stand 035, Padiglione C3.


BAD BREWER

Bad Brewer è una street beer, una dichiarazione d’amore allo street food.
Una birra che nasce per essere abbinata elettivamente al cibo di strada e che vuole essere una bevanda autorevole per i giovani che esplorano il gusto della vita e sempre vicina alle loro tendenze, anche quelle che ritornano dal passato. I prodotti Bad Brewer sono frutto di una filosofia birraia che si sta diffondendo basata su un aspetto nomade, intelligente e colto di Brewing Process. Una linea di Birra Amarcord, potete scoprire le loro novità allo Stand 1 - Hall A5/C5.

Bad Brewer presenta quest’anno una linea rinnovata grazie all’entrata di due birre:

American Lager
Birra a bassa fermentazione non filtrata, di color oro chiaro e dall’aspetto opalescente. Corpo snello, piacevole frizzantezza, la Bad Brewer American Lager è amara e profumatissima grazie al mix di luppoli selezionati, che le dona un profilo fruttato, floreale, erbaceo su una base maltata di cereale e miele. Il finale ritorna sul fruttato e sulle erbe, ed è piuttosto secco.

Amber IPA
La Amber IPA deve il suo nome al bel colore ambrato brillante. Versata presenta un bel cappello di schiuma bianco e persistente. Al naso troviamo agrumi e resina, fresca frutta esotica, dono del dry hopping con un mix di luppoli selezionati, a finire un dolce profumo di biscotto. L'amaro è intenso, dissetante, e al palato ritroviamo la frutta e una delicata dolcezza maltata. Finale secco, ritorna il biscotto, un tocco di caramello, arancia e resina.


CR/AK BREWERY

Il birrificio si trova nel comune di Campodàrsego, situato nella Provincia di Padova e nasce nel 2015 da un’idea dei due soci Anthony Pravato e Marco Ruffa, entrambi ex homebrewer con iter e formazioni diverse.

CR/AK Brewery”, acronimo che vuol significare l’espressione “Creative Revolution - Alternative Knowledge” produce birre che si distinguono per originalità e carattere: birre anticonformiste, con ingredienti inusuali, massicce dosi di luppolo ma con un obiettivo ben preciso, quello di conservare sempre equilibrio e pulizia. La produzione si compone di una linea fissa, una Hop Series, Limited e Stagionali, Collaboration e la serie “Cantina” (Barrel Aged).

Presentata ufficialmente al Beer Attraction, ecco la loro nuova chicca:

Plain of the PO, nuova birra “Year Round”, una Double Dry Hopped IPA dal grado alcolico contenuto, 5,2% vol., con la luppolatura di una Double IPA e la bevibilità di una Session IPA. La grafica, curata come tutte le etichette di CR/AK, rappresenta il sorgere ed il calar del sole immerso nella tipica nebbiolina della pianura Padana, richiamando la torbidità che caratterizza questa birra. Disponibile in Lattina ed in KeyKeg da 30 litri.



E noi, ci vedremo in giro per il Beer Attraction? Speriamo proprio di sì :D

E se non ci vediamo, presto troverete tutte queste novità sul nostro shop!

La informiamo che, per migliorare la Sua esperienza di navigazione su questo sito web, www.cantinadellabirra.it, in qualità di titolare del trattamento, utilizza diversi tipi di cookie, tra cui: 1) Cookies tecnici o analitici prima parte; 2) Cookies analitici di terze parti anonime; 3) Cookies analitici di terze parti non anonime; 4) Cookies di profilazione di prima parte. Nella pagina dell’Informativa estesa “Cookie policy” che trovate all'indirizzo web www.cantinadellabirra.it sono presenti le istruzioni per negare il consenso all'installazione di qualunque tipologia di cookie. Cliccando su "HO CAPITO" o continuando la navigazione, dichiara di avere compreso le modalità nell' Informativa Estesa ai sensi dell'Art 13 del Reg. (UE) 2016/679. Maggiori info