Attualmente sei su:

Aggiunta prodotti al carrello

Attendere prego...

Prodotti non aggiunti al carrello

Prodotti correttamente aggiunti al carrello

Continue Shopping Continue to Checkout

Updating one moment please...

Black Isle Goldfinch G-Free

Birrificio
Black Isle
Nazione
Scozia
Stile
Session IPA

Session IPA

Amare, secche, beverine e molto profumate. Corpo morbido, leggero. Di buona bevibilità. Aroma e gusto dipendono dalle varietà di luppolo. Per questo stile è stata sperimentata una luppolatura del mosto a temperature inferiori al fine di massimizzare l’estrazione dell’aroma e limitare quello dell’amaro.

Colore
Ramato
Grado alcolico
3.5 %
Pinta Bicchiere consigliato
Pinta
FORMATI
Black Isle Goldfinch G-Free 33cl Black Isle Goldfinch G-Free 33cl
Prezzo: € 4,10
In arrivo
Black Isle Goldfinch G-Free 33cl Black Isle Goldfinch G-Free 33cl - Cartone da 24 bottiglie
Prezzo: € 93,60
a bottiglia € 3,90
In arrivo
Seleziona la quantità e

Caratteristiche e degustazioni

Gusto prevalente Amaro   Tipo di fermentazione Alta fermentazione
Gradi Plato 9,5   Voto RateBeer 3.2 / 5
Voto Beer Advocate 3.48 / 5   Stile Session IPA
Temperatura di servizio 6/8° C   Formati disponibili Bottiglia 33cl
Session IPA dal colore ramato senza glutine. Realizzata con i luppoli Citra, Nelson Sauvin e Simcoe emana freschi e pungenti sentori di pino, resina e mandarino, con lievi sfumature di pesca. Beverina, fresca e leggera al palato il finale è lievemente amaro con note fruttate in evidenza.
Abbinamenti consigliati

Carni bianche

Piatti piccanti

Piatti speziati

Pizza

Verdure

Prodotti consigliati

Visualizza il certificato di fiducia
  • For further information on the nature of the review controls, as well as the possibility of contacting the author of the review please consult our CGU.
  • Non è stato fornito nessun incentivo per queste recensioni.
  • Le recensioni sono pubblicate e mantenute per un periodo di 5 anni.
  • Le recensioni non possono essere modificate; se un cliente vuole modifirare la sua recensione, deve contattare direttamente Recensioni Verificate, per far cancellare la precedente e scriverne con una nuova.
  • I motivi della cancellazione di una recensione sono disponibili qui.

4.3 /5

Basato su 4 recensioni cliente

  • 1
    0
  • 2
    0
  • 3
    0
  • 4
    3
  • 5
    1
Ordina recensioni per:

Alessandro D. pubblicato il 24/09/2019 in seguito ad un ordine del 10/09/2019

4/5

buona birra leggera

Questa recensione è stata utile? 0 No 0

Matteo F. pubblicato il 29/01/1551 in seguito ad un ordine del 21/01/2019

5/5

ottima

Questa recensione è stata utile? 0 No 0

Umberto V. pubblicato il 01/01/1970 in seguito ad un ordine del 20/11/2018

4/5

Non male

Questa recensione è stata utile? 0 No 0

Alessandro F. pubblicato il 01/01/1970 in seguito ad un ordine del 30/10/2017

4/5

Ok ok

Questa recensione è stata utile? 0 No 0

Nazione
Scozia
Regione/città
Munlochy
www
www.blackislebrewery.com

Storia Birrificio

Ultimo aggiornamento: Marzo 2019

Sito nel piccolo villaggio di Munlochy, nell’area di luogotenenza chiamata Ross and Cromarty (Scozia Settentrionale), il birrificio è stato fondato nel 1998 dall’ex homebrewer David Gladwin. “L’Isola Nera” rappresenta la prima brewery indipendente biologica del Regno Unito; si distingue per impiegare durante i processi produttivi esclusivamente materie prime locali, ove è possibile, e provenienti da agricoltura biologica: ingredienti in gran parte coltivati nella loro fattoria ed in quelle limitrofe. La tenuta con annesso il birrificio, è circondata da 50 ettari di campi agricoli e alberi, acquistati diversi anni fa; all’interno troviamo anche una fonte privata dove attingere l’acqua.

Così si legge sul loro sito: “abbiamo a cuore il nostro ambiente naturale e la nostra salute, quindi non troverai fertilizzanti chimici o pesticidi artificiali che distruggono l'ecosistema e causano inquinamento e gas serra. Piante, insetti e avifauna sono fino al 50% più abbondanti nelle aziende biologiche e i nostri animali sono contenti di vivere liberi, in spazi aperti e aria fresca. Inoltre, le popolazioni di api sono in netto calo, quindi siamo determinati a fare il possibile per aiutarle a prosperare. Il 90% della popolazione di api selvatiche e il 50% degli alveari allevati sono andati perduti, il che è devastante: niente api, niente impollinazione vuol dire niente frutta, cereali o verdure. Quello che perdiamo in resa nell'azienda lo guadagniamo in uccelli, insetti e altri animali selvatici. Come produttori biologici paghiamo tre volte tanto per il nostro luppolo e il doppio per il nostro orzo ma crediamo che tutto ciò ne valga la pena”.

David fu presto raggiunto dal fratello Michael che decise volontariamente di partecipare a questo progetto che si rivelò, soprattutto all’inizio, molto difficile visto i mezzi rudimentali e le attrezzature di base che possedevano. I primi successi commerciali hanno richiesto molto tempo per concretizzarsi. "È sempre stato difficile ottenere la quantità e qualità richiesta di ingredienti biologici ma non ci siamo mai arresi a offerte più economiche ma inaccettabili secondo i nostri criteri organici, perché crediamo che ovunque ci sia birra, dovrebbe esserci almeno una scelta biologica. Il nostro messaggio è semplicemente quello di bere birra buona e aiutare l'ambiente allo stesso tempo” dichiara Michael.

Per undici anni Black Isle ha prodotto le proprie birre servendosi di un piccolo impianto da 5 barrel (586 litri) che non gli ha però impedito di crescere costantemente ogni anno del 50%, rendendo necessaria la costruzione di un nuovo sistema produttivo. Così, nel 2008, sempre all’interno della fattoria, è iniziata la costruzione di un moderno birrificio che si è conclusa a metà del 2009, dotato di una sala di cottura da 35 hl e una sala fermentazione da 250 hl. Tutti gli scarti di lavorazione vengono convertiti in mangime per il bestiame e parte dell’impianto di riscaldamento tanks viene alimentato da biomasse. Nel 2016 hanno aperto il “Black Isle Bar and Rooms” nella città di Inverness sulla costa scozzese Nord-Orientale, dove le birre prodotte dal birrificio sono accompagnate da pizze cotte nel forno a legna e preparate utilizzando ingredienti coltivati nella loro fattoria biologica. Nell'estate del 2018 è sorto il “Black Isle Hostel”, un ostello proprio al centro della città.

Le birre prodotte, stilisticamente di matrice anglosassone con influenze americane di grande bevibilità ed equilibrio, hanno ricevuto importanti riconoscimenti quali ad esempio la medaglia di platinoal “Mondial de la Bière” a Parigi nel 2017 e lemedaglie d’oroal “Beer Challenge” di Barcellona nel 2018. Sono suddivise in tre categorie: “Gamma Core” che rappresenta la linea classica disponibile tutto l’anno, la “Gamma Stagionale” prodotta in determinati periodi dell’anno e quella realizzata in collaborazione con altri birrifici chiamata per l’appunto “Collaborations”.

Non mancano certamente le maturazioni in botti che precedentemente ospitavano whisky delle quali la zona è ricca. Esportate in oltre quindici Paesi in tutto il mondo, dalla Scandinavia all'Estremo Oriente con incursioni nel Nord America, sono confezionate in bottiglie e fusti. Black Isle Brewing Company è orgogliosa di essere membro di SOPA, l’Associazione dei produttori biologici del Regno Unito ed è fortemente coinvolta nel movimento biologico e lo supporta offrendo opportunità di volontariato per i tirocini attraverso il programma WWOOF che sostiene, divulga e vuol far condividere la quotidianità in campagna secondo i principi dell’agricoltura biologica. Così, grazie alla qualità dei prodotti e ad una buona dose di determinazione per rimanere fedeli ai loro ideali naturalistici, i due fratelli hanno trovato il loro pubblico. La produzione biologica promuove la biodiversità, aiuta la fauna selvatica e fornisce un'ecologia mista e sostenibile per far prosperare flora e fauna. È l'antitesi della moderna produzione agroindustriale, che si basa esclusivamente sulla monocultura e sul profitto.

 
Visualizza il certificato di fiducia
  • For further information on the nature of the review controls, as well as the possibility of contacting the author of the review please consult our CGU.
  • Non è stato fornito nessun incentivo per queste recensioni.
  • Le recensioni sono pubblicate e mantenute per un periodo di 5 anni.
  • Le recensioni non possono essere modificate; se un cliente vuole modifirare la sua recensione, deve contattare direttamente Recensioni Verificate, per far cancellare la precedente e scriverne con una nuova.
  • I motivi della cancellazione di una recensione sono disponibili qui.

4.3 /5

Basato su 4 recensioni cliente

  • 1
    0
  • 2
    0
  • 3
    0
  • 4
    3
  • 5
    1
Ordina recensioni per:

Alessandro D. pubblicato il 24/09/2019 in seguito ad un ordine del 10/09/2019

4/5

buona birra leggera

Questa recensione è stata utile? 0 No 0

Matteo F. pubblicato il 29/01/1551 in seguito ad un ordine del 21/01/2019

5/5

ottima

Questa recensione è stata utile? 0 No 0

Umberto V. pubblicato il 01/01/1970 in seguito ad un ordine del 20/11/2018

4/5

Non male

Questa recensione è stata utile? 0 No 0

Alessandro F. pubblicato il 01/01/1970 in seguito ad un ordine del 30/10/2017

4/5

Ok ok

Questa recensione è stata utile? 0 No 0