Attualmente sei su:

Aggiunta prodotti al carrello

Attendere prego...

Prodotti non aggiunti al carrello

Prodotti correttamente aggiunti al carrello

Continue Shopping Continue to Checkout

Updating one moment please...

Wedding Rauch

Nazione
Italia
Stile
Rauchbier

Rauchbier

Eleganti e maltate, sono caratterizzate da un profilo ricco di malto tostato in aroma e gusto, un amaro limitato ed un carattere affumicato di legno di faggio e/o di quercia, da basso ad elevato. Hanno un corpo ed una frizzantezza media, con un profilo fermentativo pulito ed un finale attenuato ed asciutto.

Colore
Ambrato velato con riflessi rossi
Grado alcolico
5.2 %
Pinta Bicchiere consigliato
Pinta
PRODOTTO PREZZO iva inc. QUANTITÀ
Wedding Rauch 33cl Wedding Rauch 33cl
4,80 €
In arrivo
Wedding Rauch 33cl - Cartone da 20 bottiglie Wedding Rauch 33cl - Cartone da 20 bottiglie
92,00 €
a bottiglia € 4,60
In arrivo

Caratteristiche e degustazioni

Gusto prevalente Dolce   Tipo di fermentazione Bassa fermentazione
Gradi Plato 13   Voto RateBeer 89 / 100
Voto Beer Advocate 85 / 100   Stile Rauchbier
IBU 24   Temperatura di servizio 8/10°C
Formati disponibili Bottiglia 33cl
Ispirata alle tradizionali birre affumicate della città di Bamberga (Baviera Settentrionale), di color ambrato velato con riflessi rossi, ha note decisamente affumicate accompagnate da un sottofondo di caramello, miele, legno carbonizzato e frutta secca. Una birra dedicata agli estimatori delle “Rauchbier”, ma che potrebbe stupire al primo sorso chi non ne ha mai assaggiata una. Man mano che la si degusta le note affumicate vengono dolcemente amalgamate rendendola una birra molto piacevole da bere e facile da abbinare.
Abbinamenti consigliati

Arrosti

BBQ e affumicati

Carni rosse

Formaggi

Pesce

Selvaggina

Prodotti consigliati

Recensioni Prodotti
Numero di recensioni ricevute : 1
Voto medio : 5 /5
D. Stefano
  il 23/05/2017
5/ 5
Ottima

Nazione
Italia
Regione/città
Emilia Romagna / Parma
www
www.birrificiodelducato.net

Storia Birrificio

Ultimo aggiornamento: Settembre 2017

Nel marzo del 2007 nella piccola frazione del Comune di Busseto in Provincia di Parma (Emilia Romagna) chiamata Roncole Verdi, famosa per aver dato i natali al compositore Giuseppe Verdi, nasce il birrificio del Ducato. I fondatori sono Giovanni Campari, mastro birraio e responsabile della produzione, laureato in Scienze e Tecnologie Alimentari, ex homebrewer con alle spalle uno stage di cinque mesi presso il Birrificio Italiano ed innumerevoli esperienze in giro per il mondo e Manuel Piccoli, esperto di logistica che si occupa di amministratore. Giovanni e Manuel si sono incontrati per caso allo stand di Unionbirrai nell’autunno del 2005 e tra una chiacchera e l’altra nasce l’idea di aprire un birrificio.

Dopo solo un anno la linea chiamata “La Ricerca”, seppur in continua evoluzione, è pronta e la distribuzione inizia a dirigersi anche verso l’estero, stabilendo i primi contatti con Stati Uniti e Svezia: vengono acquistate le prime botti di barrique destinate all’affinamento. Nel 2009 la crescita impone nuovo personale: nasce la linea denominata “Il Tempo”, le esportazioni si dirigono anche verso Spagna e Danimarca e la cantina si riempie di altre botti che avevano accolto, in precedenza, grandi vini italiani e liquori.

Il 2010 rappresenta l’anno della svolta con una serie impressionante di riconoscimenti: a soli tre anni dall’avvio della produzione tutte le birre create hanno ottenuto un premio in un concorso birrario e l’export raggiunge nuovi importanti mercati sbarcando in Brasile e in Giappone. Nel corso di questo stesso anno viene acquistato l’impianto del birrificio Starbeer con sede a Fiorenzuola d’Arda, in provincia di Piacenza. Agli 8 ettolitri dell’impianto di Roncole Verdi se ne aggiungono ora 18 di quest’ultimo. Germina la linea “Moderna” poi sostituita da “Lo Stile” ed al contempo 30 nuove botti vanno ad affollare la sempre più̀ stretta cantina del birrificio.

Nel 2011 l’export raggiunge la Norvegia e Canada. Tanti riconoscimenti ancora nel 2012 così come l’esportazione che lambisce anche il mercato australiano, danese, ceco ed austriaco: iniziamo i lavori della struttura che diventerà̀ la “nuova casa” del Birrificio del Ducato. Anche il 2013 rappresenta un susseguirsi di trionfi e il numero delle botti aumenta. L’anno seguente è un periodo pieno di progetti e lavoro; viene dedicato molto tempo alla ricerca sulle Sour Beer.

L’inizio del 2015 concerne con l'apertura di “The Italian Job”, il primo pub inglese di birre craft italiane. La cantina ha ora un totale di più di 120 barriques per soddisfare l'enorme domanda di Sour: il birrificio di Roncole Verdi sarà adibito totalmente a “birrificio acido” per la produzione delle così chiamate “Rivelazioni Acide” (Sour e Wood Aged). L’impianto a Fiorenzuola d’Arda viene chiuso sostituito dal nuovo stabilimento nel Comune di Soragna con un nuovo impianto automatico a 5 tini da 60 Hl. Nel 2016 gran parte della produzione è esportata verso 23 Stati nel mondo e la capacità produttiva si attesta a circa 9000 hl l’anno. In questo stesso anno avviene l’apertura di nuovi pub italiani a Londra: un locale all’interno del Mercato Metropolitano a Elephant & Castle e un terzo pub a Notting Hill.

La filosofia? Una costante ricerca della qualità ottenuta tramite la scelta delle materie prime nelle zone d’origine per concretare birre ricercate ma sempre gradevoli e “facili” da bere. Le birre prodotte, frutto anche d’illustri collaborazioni e che si avvalgono anche di una sezione denominata “BIA” che come spiega Giovanni, “trattasi di prodotti più semplici, aderenti agli stili classici e destinati alla grande distribuzione”, sono suddivise in tre gruppi: “Lo Stile”, fermentati che s’ispirano a stili nativi ma caratterizzati da un’impronta più luppolata, “La Ricerca”, stili classici ma riveduti e sottoposti a continua sperimentazione ed “Il Tempo”: birre a fermentazione spontanea e mista.

Straordinaria la lista delle medaglie vinte in concorsi nazionali ed internazionali quali: “European Beer Star”, “Stockholm Beer Festival”, “World Beer Cup”, “International Beer Challenge”, “Brussels Beer Challenge” e il titolo di “Birrificio dell’Anno” al “Concorso Nazionale Birra dell’Anno” vinto nel 2010 e 2011, diventando l’unico birrificio ad essersi aggiudicato il titolo per due edizioni di seguito. A questo si aggiungono le sette medaglie vinte nel 2011 all’European Beer Star di Norimberga, altro primato tuttora imbattuto nella storia del concorso per numero di medaglie vinte in una sola edizione.