Attualmente sei su:

Aggiunta prodotti al carrello

Attendere prego...

Prodotti non aggiunti al carrello

Prodotti correttamente aggiunti al carrello

Continue Shopping Continue to Checkout

Updating one moment please...

WE2

Birrificio
Birra dell'Eremo
Nazione
Italia
Stile
Golden Ale / Blonde Ale

Golden Ale / Blonde Ale

Di corpo medio e dalla fine complessità olfattiva, con sentori di frutta e spezie impartiti dal lievito e un leggero profumo di malto e luppolo. Palato leggermente dolce bilanciato da un amaro poco intenso. Retrogusto secco.

Colore
Dorato
Grado alcolico
5 %
Pinta Bicchiere consigliato
Pinta
PRODOTTO PREZZO iva inc. QUANTITÀ
WE2 33cl WE2 33cl
3,70 €
In arrivo
WE2 33cl WE2 33cl - Cartone da 12 bottiglie
42,00 €
a bottiglia € 3,50
In arrivo

Caratteristiche e degustazioni

Gusto prevalente Amaro   Tipo di fermentazione Alta fermentazione
Gradi Plato 11   Stile Golden Ale / Blonde Ale
IBU 20   Temperatura di servizio 6/8°C
Formati disponibili Bottiglia 33cl

WE2 fa parte di una nuova linea di birre nate da un progetto iniziato 4 anni fa di studio, ricerca e sperimentazione di nuovi lieviti adatti alla produzione di birra.
Grazie anche alla collaborazione tra Birra dell'Eremo e l'Università Politecnica delle Marche, sono stati selezionati tre "non-conventional yeast" da impiegare nella fermentazione primaria della birra conferendo al prodotto specifiche caratteristiche aromatiche e sensoriali.


"Wicherhamomyches Anomalus" è il lievito scelto per realizzare WE2, birra che si presenta di colore dorato con schiuma bianca fine e persistente.
Al naso l'aroma è intenso, con note di crosta di pane e frutta matura (pera e banana). Al palato l'ingresso è pieno, il gusto è caratterizzato da note speziate conferite dal lievito. Finale elegantemente secco.

Abbinamenti consigliati

Arrosti

BBQ e affumicati

Carni rosse

Formaggi

Pasta

Pesce

Verdure

Prodotti consigliati

Recensioni Prodotti
Numero di recensioni ricevute : 1
Voto medio : 5 /5
F. Riccardo
  il 10/05/2017
5/ 5
Ottimo

Nazione
Italia
Regione/città
Assisi (PG)
www
www.birradelleremo.it

Storia Birrificio

Ultimo aggiornamento: Maggio 2018

Il birrificio, il cui nome deriva dall’Eremo delle Carceri, un piccolo luogo situato sulle pendici del Monte Subasio dove San Francesco d'Assisi e i suoi seguaci si ritiravano per pregare e meditare, si trova ad Assisi, in Umbria, immerso nella natura e nei profumi del territorio. Il progetto ed il modello gestionale, un’impresa di famiglia dove alla profonda conoscenza del mondo birraio si uniscono passione, amore per il buon bere e il desiderio di diffondere la cultura dell’autentica birra artigianale, nasce nel 2012 per opera di Enrico Ciani e Geltrude Salvatori Franchi allora fidanzati, oggi marito e moglie.

Enrico, il birraio, titolare di una laurea in Agraria ed una specifica formazione al CERB (Centro di Eccellenza per la Ricerca sulla Birra di Perugia), dopo anni di genuina passione per l’homebrewing, realizza il suo sogno. Al suo fianco troviamo la manager dell’azienda, Geltrude, laureata in Relazioni Internazionali, discende da una famiglia di agricoltori ed imprenditori con esperienza generazionale.

Sin dall’anno di fondazione lo staff si è sempre impegnato nella costante ricerca qualitativa, migliorando ogni aspetto della produzione e della progettazione, analizzando allo stesso tempo l’evoluzione del mercato brassicolo: “il segreto del gusto delle birre prodotte sta nel perfetto equilibrio fra tradizione ed innovazione. La nostra filosofia è il rispetto per la secolare tradizione brassicola unita all’applicazione di nuove tecniche birrarie per dar luogo a birre uniche grazie allo studio e alla ricerca meticolosa di elementi distintivi” sentenzia Enrico. Mentre il malto ed il luppolo vengono al momento acquistati all’estero, sono stati selezionati ed attualmente utilizzati due varietà di lievito esclusivi (uno idoneo a realizzare birre Sour senza aggiunta di batteri), dopo un grande e continuo lavoro di ricerca cominciato alla fine del 2014, in collaborazione con la Dott.ssa Laura Canonico dell’Università Politecnica delle Marche. A tal proposito c’è in programma la realizzazione di un laboratorio interno dove lavorare e sviluppare la ceppoteca già disponibile, visto che gli studi hanno suscitato l’attenzione di molti illustri birrai internazionali, in particolar modo americani.

Dal 2016, i coniugi hanno investito in nuove attrezzature, quali ad esempio, fermentatori, una moderna linea di imbottigliamento e una nuova cella di maturazione assieme all’ampliamento della cantina. Queste migliorie, congiuntamente alla riorganizzazione degli spazi, hanno anche portato alla creazione di un’area per gli ospiti dedicata alle degustazioni. Le birre realizzate, di matrice principalmente belga ed inglese, coprono già una buona varietà di stili noti e sono tutte all’insegna della bevibilità e della pulizia.

La produzione, circa 3000 hl l’anno, comprende anche birre stagionali, in costante crescita grazie anche al mercato export verso Paesi come Australia, Norvegia, Stati Uniti e Cina. Le grafiche,curate nel dettaglio, rappresentano senza ombra di dubbio un punto di forza del birrificio: un chiaro elemento distintivo. Sono state realizzate da uno studio grafico con sede a Perugia, prendendo a modello i disegni di Alessandro Bacchetta, famoso fumettista perugino che ha collaborato anche con Nintendo.

Il logo del birrificio è composto da una stilizzazione del lupo di Assisi, l’animale che è stato simbolo della vita di San Francesco, adornato da un’aureola in ricordo del Santo. Per racchiudere tutti questi elementi è stata scelta la forma del cerchio, simbolo da sempre di famiglia ed unione. I nomi delle birre derivano sia dal Calendimaggio di Assisi, rievocazione storica che si celebra per salutare l’arrivo della primavera, sia dal “Cantico delle Creature” di San Francesco di Assisi.

Birra dell’Eremo, a distanza di poco tempo, è una realtà solida ben affermata come testimoniano anche i riconoscimenti ottenuti a livello internazionali come ad esempio nella categoria “birre sperimentali” al “World Beer Award” di Londra.