Attualmente sei su:

Aggiunta prodotti al carrello

Attendere prego...

Prodotti non aggiunti al carrello

Prodotti correttamente aggiunti al carrello

Continue Shopping Continue to Checkout

Updating one moment please...

Coppa Lupulus

Tipologia bicchiere
Coppa
Produttore
Les 3 Fourquets
Capacità
25cl
Stili consigliati
Abbey Dubble/Tripel, Belgian Strong Ale, Speciality Grain
PRODOTTO PREZZO iva inc. QUANTITÀ
Coppa Lupulus 25cl Coppa Lupulus 25cl
3,50 €
piu
meno
Coppa Lupulus 25cl Coppa Lupulus 25cl - Cartone da 6pz
19,20 €
a bottiglia € 3,20
piu
meno

Nazione
Belgio
Regione/città
Vallonia / Gouvy
www
www.lupulus.be/it/

Storia Birrificio

Ultimo aggiornamento: Febbraio 2014

Pierre Gobron è considerato a metà fra un genio e Re Mida, che tramutava in oro tutto ciò che toccava. In effetti si può considerare come il capostipite dei birrai belgi di nuova generazione, come colui che all’interno di una microbrasserie situata in una impervia zona delle Ardenne ha creato una birra che poco alla volta ha conquistato estimatori (e consumatori) in ogni angolo d’Europa e del mondo: la Chouffe.

All’apice del successo Pierre Gobron vende tutto per ricominciare la sua avventura brassicola. Fonda la Brasserie Les 3 Fourquets, ossia le 3 pale del maltatore. Un nome che è tutto un programma.

Fino al 2007 infusta birra per il pub adiacente, poi la svolta. Il colpo di genio. La rinascita dell’Araba Fenice. Pierre Gobron decide di creare una nuova birra in bottiglia da tre quarti di tipo Champagne e naturalmente in fusti. L’idea è di riprodurre La Chouffe ma questa nuova birra – pensa Gobron – deve essere simile ma non uguale alla sua prima creatura.

Deve ripercorrere l’ardua strada del successo solcando altri mari. La birreria viene dislocata all’interno di una pittoresca fattoria del Settecento. L’antica abitazione rurale è incorniciata nel verde delle Ardenne e si trova vicino a una sorgente di acqua purissima, ideale per la produzione di birra. Un piccolo Eden al quale attingere tutte le risorse naturali e psicologiche per affrontare il mercato.

La sfida ricomincia. Si chiama Lupulus. Colpisce la fantasia.

Il lupacchiotto delle Ardenne ha delle assonanze immediate con il luppolo, un ingrediente che, diversamente dalla Chouffe, Gobron decide di utilizzare a piene mani nella caldaia che tiene a balia la nuova creatura brassicola.

Leggende locali popolano la mente di Pierre, che si costruisce una mitologia ad hoc, proprio come aveva fatto con il Chouffe, il folletto della Brasserie d’Achouffe, che aveva battezzato la sua prima creazione brassicola...

Si dice che i lupi che ululano nei boschi delle Ardenne siano giunti dalla lontana Slovenia, che coltiva i pregiati luppoli Styrian Goldings, non a torto considerati l’oro verde sloveno. Lupulus diventa una specie di marchio di fabbrica e dopo la prima creazione, il cui nome intero è diventato Lupulus Blonde, ecco che nel 2011 viene lanciata anche la Lupulus Brune, la versione scura della Lupulus originaria.

E l’avventura continua...