Attualmente sei su:

Aggiunta prodotti al carrello

Attendere prego...

Prodotti non aggiunti al carrello

Prodotti correttamente aggiunti al carrello

Continue Shopping Continue to Checkout

Updating one moment please...

Troubadour Spéciale

Birrificio
The Musketeers
Nazione
Belgio
Stile
Belgian Pale Ale

Belgian Pale Ale

Tipicamente fruttata, citrica e speziata, ha un carattere leggermente maltato, spesso con sentori di miele o caramello. Sono birre molto facili da bere, con un delicato amaro erbaceo nel finale.

Colore
Ambrato
Grado alcolico
5.7 %
Pinta Bicchiere consigliato
Pinta
PRODOTTO PREZZO iva inc. QUANTITÀ
Troubadour Spéciale 33cl Troubadour Spéciale 33cl
2,90 €
piu
meno
Troubadour Spéciale 33cl Troubadour Spéciale 33cl - Cartone da 24 bottiglie
64,80 €
a bottiglia € 2,70
In arrivo

Caratteristiche e degustazioni

Gusto prevalente Dolce   Tipo di fermentazione Alta fermentazione
Voto RateBeer 3.1 / 5   Voto Beer Advocate 3.3 / 5
EBC 30   Stile Belgian Pale Ale
IBU 40   Temperatura di servizio 4/6°C
Formati disponibili Bottiglia 33cl

Si tratta di una birra ambrata con un gusto maltato e speziato. Si presenta come una birra elegante, sormontata da un cappello di schiuma, bianca, fine, ma compatta che aderisce perfettamente al bicchiere.
Possiede un corpo leggero e rinfrescante, poco impegnativo e di piacevole bevuta.
Sentori olfattivi orientati sul malto, caratterizzati da un piacevole sentore di caramello e una lieve nota floreale dovuta ai luppoli che fanno ricordano una Belga Speciale.
Il palato è simile all’aroma, fa da sfondo il sapore dei malti con l’aggiunta di un piacevole gusto fruttato e spezie seguiti da un finale asciutto e amaro.
Birra incredibilmente equilibrata per qualsiasi occasione. Non stona mai.


 ABBINAMENTI CONSIGLIATI:
La sua semplicità di bevuta si abbina alla perfezione con piatti leggeri come risotti di pesce, insalata di pollo, salmone o carni bianche.

Prodotti consigliati

Nazione
Belgio
Regione/città
Fiandre Orientali / Ursel
www
www.troubadourbeers.com

Storia Birrificio

Ultimo aggiornamento: Ottobre 2013

La brouwerij è stata fondata nel 1999 da 4 giovani ingegneri, che dopo essersi laureati al famosissimo collegio universitario KAHO Sint-Lieven, che si trova a Gent, nelle Fiandre, hanno deciso di realizzare il loro sogno. L’azienda è ubicata ad Ursel, una cittadina belga situata nelle Fiandre Orientali che durante la Seconda Guerra Mondiale ospitò un importantissimo aeroporto militare. I nomi di questi quattro “moschettieri” sono: Kristof De Roo, Rikkert Maertens, Stefaan Soetemans e Sven Suys. Appena finiti gli studi si resero subito conto che trovare lavoro come Brew-Master nel mondo della birra belga non era cosa semplice: segreti e tradizioni sono gelosamente custoditi all’interno di ogni famiglia birraia.
Come i veri moschettieri francesi del XVIII secolo, i quattro amici, investirono tutto il loro entusiasmo ed impegno creando la fabbrica di birra denominata: “The Musketeers”. Dopo aver investito denaro in attrezzature per la produzione, finalmente realizzarono una Belgian Ale, dal carattere abbastanza robusto che subito incontrò il favore dei consumatori. Rimaneva solo un piccolo dettaglio: come chiamarla? Dopo varie mozioni tutti furono d’accordo sul nome: Troubadour.

Il termine è un chiaro riferimento ai trovatori/cantastorie medioevali, giovani uomini che girovagavano di villaggio in villaggio, di corte in città, portando con sé gioia e musica, tradizioni, poesia, vicende e le leggende di altri luoghi. Orgogliosi della loro gustosa creazione, i quattro ragazzi, ritennero che la birra Troubadour potesse portare la stessa gioia e divertimento ai bevitori di oggi e vollero estendere le ricche tradizioni birraie del Belgio non solo ai cittadini della nazione, ma al resto del mondo, proprio come facevano i trovatori nel medioevo. Nel 2003, la voglia di sperimentare e la forte domanda del mercato, li portava a creare un nuovo fermentato. Nasceva così la Troubadour Obscura, che nonostante i suoi 8,5° vol. riscosse da subito un enorme successo.

Il Belgio ha sempre prodotto tradizionalmente birra scura, anche se rispetto ai cugini irlandesi ed inglesi le belghe sono più dolci e hanno un contenuto alcolico più basso. Le Stout in Belgio erano molto popolari fino alla fine del secondo conflitto mondiale e venivano servite come bevanda rifocillante alle persone che facevano lavori pesanti, ad esempio scaricatori di porto, minatori e facchini. Era uso comune rompere un uovo crudo nel bicchiere contenente una birra scura, assicurandosi così una bevanda rifocillante. Questo stesso “intruglio” veniva servito alle persone negli ospedali dopo che avevano subito un intervento.

Le birre prodotte

La Troudadour Blond: una Blond Ale con un ABV del 6,5%. Una birra rinfrescante, facile da bere con un aroma fruttato e luppolato. Questo fermentato ha ottenuto la medaglia d’oro, alla sua prima partecipazione, al “World Beer Cup 2010” a Chicago e si è aggiudica la medaglia di bronzo nella sua categoria al “World Beer Cup” di San Diego 2012.

La Troudadour Obscura: la definiscono una Stout ma forse è meglio considerarla un’Imperial Stout visto un grado alcolico del 8,5%. Una birra dai profondi e ricchi sapori tostati.

La Troudadour Imperial Sout: un’Imperial Stout con un ABV del 9,2%. Una birra profonda con un corpo molto ricco. Leggermente amara con un forte sapore di caffè e di malto tostato.

La Troudadour Magma: con i suoi 9,3° vol. è un matrimonio perfetto tra un’IPA americana e una Tripel belga. Ogni anno, alla fine dell’estate, ne viene realizzata una versione speciale con una ricetta modificata.

La Troudadour WestKust: una Black IPA da 9,2° vol. molto ben equilibrata. Il sapore di malto tostato e caffè, seguito da una forte ma piacevole amarezza, garantiscono un finale lungo e luppolato.

La Troudadour Spéciale: un’Amber Ale con un ABV del 5,8%, speziata e maltata con un tocco di caramello e lievi aromi di luppolo che fanno ricordare le tipiche Ale inglesi.

L’Antigoon: una Belgian Pale Ale da 6,8° vol. con un buon aroma e sapore di lievito, spezie e luppolo.