Attualmente sei su:

Aggiunta prodotti al carrello

Attendere prego...

Prodotti non aggiunti al carrello

Prodotti correttamente aggiunti al carrello

Continue Shopping Continue to Checkout

Updating one moment please...

Lilith

Birrificio
Brùton
Nazione
Italia
Stile
APA American Pale Ale

APA American Pale Ale

Amare ma con un’adeguata presenza di malto che le rendono equilibrate e bevibili. L’evidente presenza dei luppoli americani e del Pacifico, dona a queste birre profumi agrumati, balsamici e di frutta tropicale.

Colore
Ramato intenso
Grado alcolico
5.5 %
Pinta Bicchiere consigliato
Pinta
PRODOTTO PREZZO iva inc. QUANTITÀ
Lilith da 33cl Lilith 33cl
5,00 €
In arrivo
Lilith da 33cl Lilith 33cl - Cartone da 12 bottiglie
57,60 €
a bottiglia € 4,80
In arrivo
Lilith da 75cl Lilith 75cl
8,60 €
In arrivo
Lilith da 75cl Lilith 75cl - Cartone da 6 bottiglie
49,80 €
a bottiglia € 8,30
In arrivo

Caratteristiche e degustazioni

Gusto prevalente Amaro   Tipo di fermentazione Alta fermentazione
Voto RateBeer 3.77 / 5   Voto Beer Advocate 3.39 / 5
EBC 21   Sottostile American Pale Ale
Stile APA American Pale Ale   IBU 25
Acidita (pH) 4.39   Temperatura di servizio 8/10 °C
Formati disponibili Bottiglia 33cl, Bottiglia 75cl

Il birrificio Bruton, che trae origine dalla storia greca antica, ha giocato con la macchina del tempo ed è andato ancora più indietro nel passato, dedicando questa birra a un personaggio prebiblico. Lilith è stata la prima moglie di Adamo, padre di tutta l’umanità.


Questa birra di colore ambrato e di 14 gradi Plato per una titolazione alcolica di 5,5 gradi in volume, si può assimilare alla tipologia delle Pale Ale o delle IPA. Fa parte della categoria delle birre speciali. È caratterizzata da un’ottima schiuma per quanto riguarda la finezza, la persistenza, la densità e l’aderenza. L’aspetto è velato in quanto si tratta di un prodotto rifermentato in bottiglia e i lieviti si evidenziano molto bene.


La finezza olfattiva della Lilith non lascia molto spazio all’immaginazione. A livello di naso e di retrolfatto possiamo infatti farci carico di un predominante, sentore: il luppolo Cascade. Negli Stati Uniti questo luppolo, originario dell’Oregon negli anni Settanta, è diventato sinonimo di birra artigianale. Presenta un inconfondibile aroma speziato e floreale dovuto a contenuti molto alti di oli essenziali. Al naso si percepisce distintamente anche un agrumato di limone, seguito da sicuri sentori vegetali di erba fresca e foglia verde. Note esotiche di lavanda e sandalo completano le sensazioni olfattive.


Al palato si schierano a parata sentori di frumento, erba e miele di castagno con un pizzico di buccia d’uva bianca. Nel finale si evidenzia il pepe. 


ABBINAMENTI CONSIGLIATI:
Di corpo medio, la Lilith si accompagna molto bene a carni rosse grigliate. Con un Hamburger o altre carni simili al barbecue dà il meglio di se stessa. Considerate le sue caratteristiche olfattivo-gustative però anche uno spiedino di carne mista a verdure grigliate è di sicuro interesse se abbinato alla Lilith.
er quanto riguarda l’accostamento al formaggio suggeriamo la pasta filata stagionata, come ad esempio il caciocavallo, sia esso silano o podolico. Il livello di amaro della Lilith è decisamente alto, il che serve e smorzare una eventuale notevole sapidità dei cibi proposti in abbinamento.


 

Prodotti consigliati

Nazione
Italia
Regione/città
Toscana / San Cassiano di Moriano
www
www.bruton.it

Storia Birrificio

Ultimo aggiornamento: Febbraio 2013

E’ un anno memorabile il 2006: a livello nazionale l’Italia si laurea campione del mondo ai campionati mondiali di calcio a luglio e poche settimane prima, evento a livello locale, viene fondato il birrificio Bruton a San Cassiano di Moriano in provincia di Lucca.

Agostino Lenci, proprietario della nota azienda vitivinicola Fattoria di Magliano in Maremma, e Ubaldo Cerri, esperto del settore dell’intrattenimento della Lucchesia, danno vita a un sodalizio che si sviluppa con il coinvolgimento del giovane ed entusiasta Jacopo Lenci, figlio di Agostino, che mette in vetrina tutta la sua vena creativa e la sua capacità organizzativa al servizio del birrificio Bruton, il cui nome è di chiara matrice mediterranea.

Questo è infatti il nome con cui veniva designata la birra nell’isola di Creta durante lo sviluppo della grande civiltà minoica. Le testimonianze archeologiche mostrano infatti che in quella fiorente civiltà durata numerosi secoli la birra non mancava quasi mai sulle tavole di nobili e popolani. Inoltre era usata anche a scopi rituali prima delle prestazioni dei saltimbanchi minoici e che, dopo aver ingollato più sorsi beneauguranti di birra, compivano evoluzioni che comprendevano anche salti mortali per superare con abili, agili ed eleganti volteggi il toro in tutta la sua lunghezza.

Il toro era l’animale totemico sacro ai Cretesi, la cui anima si incarnava nel Minotauro, mezzo uomo e mezzo toro, nato dalla impura relazione tra la regina Pasifae e un toro da combattimento.

Si dice che la tradizione spagnola delle corride sia un lontano ricordo dei giochi cretesi.

Adiacente alla birreria vi era un locale di grandi suggestioni gastronomiche sia qualitative sia quantitative. Alla fine del 2011 però Jacopo ha dovuto operare una dolorosa scelta, dedicandosi anima e corpo alla produzione della birra e lasciando la ristorazione.